Olio di Iperico

Indice

La causa principale della vitiligine è ancora sconosciuta ed è caratterizzata dalla comparsa di macchie bianche.

Solitamente viene curata con farmaci corticoidi e anche con terapie come la microfoterapia.
Questi trattamenti però non garantiscono al 100% il debellamento della malattia.

Alcuni studi hanno dimostrato come i pazienti affetti da vitiligine abbiano tassi molto bassi di acido folico, vitamina C e vitamina B12, fattori che influiscono sulla colorazione della pelle.
Queste vitamine sono essenziali per la conservazione delle cellule di melanociti.

Esistono alcuni metodi naturali che possono aiutare a contrastare la malattia.
Uno di questi è l’olio di iperico, chiamata anche erba di San Giovanni.

Olio di iperico e vitiligine

L’olio di Iperico ha notevoli proprietà antinfiammatorie e antisettiche, che può essere usato contro i segni dell’invecchiamento e schiarire le macchie.

L’olio di Iperico può essere applicato alla sera nella zone dove è presente la vitiligine.

Per chi soffre di questa patologia l’esposizione solare è un problema, perché la malattia può peggiorare con i raggi UV.
Per questo motivo, le zone che presentano macchie di vitiligine devono essere ben protette.
L’uso dell’olio di iperico può schermare le macchie e proteggere la pelle.

Olio di Ipericco

Hypericum perforatum

L’Hypericum perforatum, comunemente chiamata erba di San Giovanni, è una pianta caratterizzata da foglie dalla forma allungata di colore verde e da fiori gialli utilizzati per ottenere l’olio di Iperico.

La pianta Hypericum perforatum ha le seguenti proprietà:

  • Fitoterapeutiche
  • Antibiotiche e Antivirali
  • Antidepressive
  • Anticongestionanti
  • Cicatrizzanti
  • Rinfrescanti

Preparazione olio di Iperico

Per ottenere l’olio di Iperico in modo corretto è indispensabile raccogliere le sommità del fiore nel periodo della fioritura e assicurarsi che nei giorni precedenti al raccolto non ci siano state piogge intense.

Gli ingredienti sono:

  • Fiori di Iperico appena raccolti
  • Olio extravergine di Oliva

Poi bisogna seguire la seguente procedura:

  • Bisogna separare i fiori dai gambi e conservarli in un barattolo, possibilmente di vetro.
  • Staccare l’apice fiorito, inclusi i boccioli ancora non aperti
  • Versare l’olio extravergine di oliva fino a ricoprire completamente i fiori
  • Quindi si può chiudere il vasetto e chiuderlo con della carta stagnola

Dopo di che il vasetto va lasciato a macerare al sole per circa 40 giorni. In questo modo i fiori riescono a lasciare i loro principi attivi all’interno dell’olio.
Durante il periodo di macerazione il vasetto va agitato almeno una volta al giorno.

Quando la macerazione sarà ultimata l’olio all’interno del vasetto dovrebbe essere di un colore rosso intenso.

Dopodiché bisogna filtrare l’olio ottenuto con imbuto e un panno di cotone.
Per ultima cosa è necessario versare anche i fiori bene strizzati.

L’olio può essere versato in una bottiglia di vetro scuro, oppure in una bottiglietta contagocce.

 

 

 

Contattaci

Il nostro centro a Milano si avvale di medici specializzati in Psoriasi, dalla comprovata esperienza. Chiamaci per saperne di più!

Altre Notizie
Scrivi alla
Dott.ssa Marina Fantato


    dott.sa fantato vitiligine

    Ciao,
    Hai mai ricevuto una diagnosi Vitiligine?

    Io: No

    Io: Si

    Un tuo familiare soffre di Vitiligine o ha mai manifestato i sintomi compatibili con la Vitiligine?

    Io: No

    Io: Si

    Hai delle chiazze bianche in zone particolari quali viso, cuoio capelluto, zona lombare, gomiti, ginocchia, palmi di mani, e piedi?

    Io: No

    Io: Si

    Gentile utente, grazie per avere compilato il questionario. In base alle tue risposte ti consigliamo di lasciare la tua email per essere ricontatto da un nostro esperto.

    Gentile utente grazie per aver compilato il questionario. In base alle tue risposte non ha evidenziato problemi di Psoriasi. Se ritieni che la tua patologia non sia controllata bene, ti consigliamo di lasciarci la tua email per essere ricontattato da un nostro esperto.