Fenomeno di Koebner

Indice

Il fenomeno di Koebner o isomorfismo reattivo è stato osservato in numerose malattie della pelle, inclusa la vitiligine.

Definizione

Prende il nome da un medico tedesco, Heinrich Koebner, che nel 1876 descrisse in un paziente sviluppato lesioni psoriasiche avevano subito vari traumi.
Il fenomeno di Koebner è caratterizzato dall’insorgenza di nuove lesioni psoriasiche su regioni cutanee precedentemente sane, successivamente allo sviluppo di una cicatrice dopo un trauma.

Nel corso degli anni sono stati pubblicati numerosi studi che descrivono questo fenomeno in un’ampia gamma di disturbi dermatologici dopo diversi stimoli ambientali.
L’esecuzione sperimentale di questa reazione è chiamata “esperimento di Koebner” Dalla scoperta di Koebner, ci sono stati diversi tentativi di fornire informazioni sulla patogenesi e sulla rilevanza clinica di questa reazione.

Vitiligine e fenomeno di Koebner

Studi dimostrano che il fenomeno di Koebner si verifica nel 21-62% dei pazienti.
Questo fascia di casi riflette probabilmente le difficoltà e la mancanza di consenso del fenomeno.
Non è ancora noto se l’incidenza del fenomeno di Koebner sia collegata o meno all’etnia, al fototipo della pelle o alla tendenza dell’individuo verso l’ipopigmentazione o iperpigmentazione.

Si verifica più frequentemente nella vitiligine generalizzata rispetto alla vitiligine segmentaria, sebbene le incidenze riportate varino a causa dei diversi metodi di valutazione utilizzati.

Solitamente nei pazienti con vitiligine segmentale la manifestazione del fenomeno di Koebner è rara, suggerendo che, a parte le aree in cui è presente un coinvolgimento segmentale, la pelle è normale.

Fenomeno di koebner e vitiligine

Diagnosi

Nei pazienti con vitiligine, le lesioni depigmentate post-traumatiche sono clinicamente e istologicamente non distinguibili dalla vitiligine.
Il fenomeno di Koebner può essere presente in diverse forme cliniche. Le macchie possono corrispondere esattamente alle aree traumatizzate e sono facilmente riconoscibili per la loro forma artefatta o lineare allungata.

In altri casi, il fenomeno di Koebner può presentare un bordo di pigmentazione intermedia, chiamata vitiligine tricromica.

In alcuni casi, le macule depigmentate superano leggermente le dimensioni del trauma preservando la morfologia di una lesione clinicamente ancora riconoscibile come reazione di Koebner.
Alcuni pazienti affermano chiaramente che le lesioni insorgono dopo un trauma, mentre clinicamente è presente un’area depigmentata in accordo con la vitiligine classica.

Alcuni studi hanno dimostrato che la localizzazione delle lesioni della vitiligine in generale sia correlata ad aree di attrito ripetuto che possono verificarsi durante il lavaggio, la vestizione, la cura personale, l’attività sportiva e lavorativa, o la pressione continua da indumenti o altri oggetti.

 

Contattaci

Il nostro centro a Milano si avvale di medici specializzati in Psoriasi, dalla comprovata esperienza. Chiamaci per saperne di più!

Altre Notizie
Scrivi alla
Dott.ssa Marina Fantato


    dott.sa fantato vitiligine

    Ciao,
    Hai mai ricevuto una diagnosi Vitiligine?

    Io: No

    Io: Si

    Un tuo familiare soffre di Vitiligine o ha mai manifestato i sintomi compatibili con la Vitiligine?

    Io: No

    Io: Si

    Hai delle chiazze bianche in zone particolari quali viso, cuoio capelluto, zona lombare, gomiti, ginocchia, palmi di mani, e piedi?

    Io: No

    Io: Si

    Gentile utente, grazie per avere compilato il questionario. In base alle tue risposte ti consigliamo di lasciare la tua email per essere ricontatto da un nostro esperto.

    Gentile utente grazie per aver compilato il questionario. In base alle tue risposte non ha evidenziato problemi di Psoriasi. Se ritieni che la tua patologia non sia controllata bene, ti consigliamo di lasciarci la tua email per essere ricontattato da un nostro esperto.