Cos’è la Vitiligine

La vitiligine è una malattia non contagiosa  caratterizzata dalla presenza di macchie bianche sulla pelle, presenti in alcune parti del corpo. Concentriamoci ora su cos’è la vitiligine nello specifico.

Cos’è la vitiligine?

La Vitiligine, chiamata anche leucodermia, è una dermatosi comune, ad andamento cronico e progressivo, caratterizzata da chiazze cutanee carenti (ipocromia) o prive (acromia) di melanina.

Le chiazze sulla pelle, appaiono con una tonalità che va dal colore rosa al bianco latte, a margini netti, spesso iperpigmentati, che evidenziano il contrasto di colore con la cute circostante normopigmentata.

Queste chiazze, di solito disposte simmetricamente, possono manifestarsi in qualsiasi parte del corpo, a qualunque età. La loro insorgenza è indipendente dal sesso, dal colore della pelle e dei capelli dei soggetti colpiti.

Solitamente la Vitiligine colpisce le unghie e le zone del corpo nei pressi delle aperture, come occhi, genitali o ano. Ma la vitiligine può presentarsi anche sulle mani o in altre parti del corpo.

La distribuzione corporea delle macchie è comunque soggetta ad estrema variabilità individuale.

Quante persone ne soffrono?

Dopo aver analizzato cos’è la vitiligine, un ulteriore dubbio potrebbe essere legato all’incidenza della vitiligine.

Statisticamente, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Vitiligine colpisce oltre l’1% della popolazione mondiale. In Italia, per esempio, le persone affette da vitiligine sarebbero 1.000.000. Inoltre la vitiligine colpisce senza differenze geografiche, razziali o di sesso.

La fascia d’età maggiormente colpita comprende soggetti tra i 20-40 anni. Tuttavia in pediatria, i casi di vitiligine sono notevolmente in aumento rispetto al passato.

E’ una malattia raramente presente alla nascita, per cui la si può definire acquisita, anche se è possibile che si manifesti fin dai primi giorni di vita. 

In circa il 13-15% dei casi ha andamento familiare.

E’ una malattia contagiosa?

La Vitiligine è quasi sempre progressiva e non guarisce spontaneamente se non in rarissimi casi.

E’ però una dermatosi indolore, non contagiosa e assolutamente benigna.

Non pregiudica lo stato generale di salute, ma può risultare psichicamente e socialmente invalidante essendo causa di inestetismi quasi sempre estesi e molto evidenti.

La sua presenza potrebbe, in alcuni casi, essere spia di disturbi autoimmuni associati (es. tiroidite, gastrite cronica autoimmune, diabete autoimmune, diabete).