Camouflage

Il trucco, o cosmesi decorativa, viene usato da sempre per apparire migliori, per sentirsi meglio accettati ed accettarsi di più, per avere più sicurezza nei rapporti interpersonali e soprattutto negli approcci iniziali.

Può modificare la fisionomia del volto o correggere difetti fisico-estetici causati da interventi chirurgici, cicatrici o anomalie della pigmentazione delle chiazze della vitiligine e in questi casi viene definito camouflage estetico.

Questa tecnica permette la copertura completa degli inestetismi cutanei e delle alterazioni della pigmentazione utilizzando sostanze coprenti e molto opache, da stendere sulla cute uniformemente.

Tali cosmetici esistono in commercio sia per il volto che per il corpo, arti compresi, e mascherano completamente il colorito o il difetto sottostante.

Rispetto ai normali fondotinta sono più pesanti e densi, contengono un’alta percentuale di diossido di titanio mescolato con ossidi metallici (ossidi di ferro, idrossido di cromo, carbonato di magnesio, blu oltremare) oltre a oli minerali, cere minerali e vegetali, pigmenti, caolino, talco ed esteri emollienti.

Compatti


I camouflage per il volto vengono spesso formulati come creme compatte. I compatti sono presenti sul mercato fin dagli anni ’30 e hanno un eccezionale potere coprente tale da nascondere le imperfezioni cutanee dovute a difetti della pigmentazione, cicatrici, angiomi, couperose, lesioni acneiche, occhiaie, ecc. (Couvrance Eau Thermale Avène, Cver Mark, Couvrance Rilastil).

Tali preparati hanno una durata di parecchie ore (oltre 10), resistono all’acqua e alla traspirazione, aderiscono bene alla cute dandole un aspetto naturale e conferiscono luminosita’, opacita’ e trasparenza.

Si applicano facilmente con una spugnetta e, stesi bene, non formano sul viso l’antiestetico “effetto maschera”. Vengono eliminati facilmente con detergenti in crema o lozioni. Esistono in tinte diverse, da 3 a 4, per poter scegliere la piu’ vicina al proprio colorito naturale.

Il controllo della purezza e della qualita’ dei componenti unito all’efficacia dermocosmetologica e alla tollerabilita’ dei prodotti stessi ne garantiscono l’ipoallergenicita’, cioe’ la minimizzazione dei rischi di reazioni allergiche. Per queste sue prerogative questi prodotti sono molto indicati in Microfototerapia Ratok®derm.

Nella fase transitoria, della ricostituzione cromatica dell’epidermide in trattamento, possono essere normalmente impiegati per normalizzare, esteticamente, il progressivo aumento di melanina.
Il camouflage va sospeso prima del trattamento mirato e selettivo microfototerapico. 


Creme colorate

Un altro tipo di camouflage e’ composto da creme colorate, con diverse tonalità, ricoperte da una polvere molto fine, incolore, fissante, assorbente e resistente all’acqua, in grado di ricoprire angiomi, macchie da melasma e vitiligine (Correttore Coprente Toleriane La Roche-Posay).

Anche questi prodotti si prestano al camouflage delle macchie di vitiligine in corso di trattamento Microfototerapico Ratok®derm.La sua composizione cremosa cosparsa sulla macchia di vitiligine oltre a facilitare l’applicazione favorisce l’idratazione localizzata.

Il camouflage va sospeso prima del trattamento mirato e selettivo microfototerapico.

Stick correttori a colori basilari per il make up

Esistono in commercio stick correttori del colore che vengono poi ricoperti da normali make up. Per esempio lo stick correttore di colore giallo copre le occhiaie, quello verde corregge le macchie rossastre dovute ad acne o rosacea (stick correttore verde Eau Thermale Avène), lo stick rosa nasconde le chiazze chiare color avorio della vitiligine.

Lo stik rosa è un buon correttore di colore. Come gli altri può essere impiegato fra una seduta e quella successiva di Microfototerapia Ratok®derm quando non si è ancora raggiunta la perfetta ricostituzione melanica della macchia.

Il camouflage va evitato prima del trattamento mirato microfototerapico.

Autoabbronzanti


Anche gli autoabbronzanti sono considerati prodotti camouflage in quanto procurano una pseudoabbronzatura indipendente dall’esposizione alle radiazioni ultraviolette e sono utili per mascherare le chiazze.

Si tratta di preparazioni in gel (Melancream Dott. De Pase, Pigmentante naturale Dott. De Pase), lozione (System Tan Lozione Dott. De Pase, Aleucol Mastelli), crema (Autohelios La Roche-Posay, Autoabbronzante Avène, Autoabbronzante Rilastil).

Essi contengono uno zucchero derivato dal glicerolo, il diidrossiacetone al 3-5%, che legandosi agli aminoacidi dello strato corneo inducono la formazione di composti colorati che variano dal giallo al bruno.

Non macchiano e non ungono. La pseudopigmentazione compare 4-5 ore dopo l’applicazione, in alcuni casi anche piu’ rapidamente, e dura in media 3-4 giorni, venendo eliminata con la fisiologica desquamazione della cute.

Devono essere applicati in modo uniforme e regolare e dopo l’applicazione e’ necessario lavare molto bene le mani per evitare la colorazione dei palmi. Non hanno effetti collaterali e sono molto ben tollerati, possono essere consigliati ad ogni tipo di epidermide.

L’utilizzo di questo prodotto è sconsigliato in corso di fototerapia. In particolare per la Microfototerapia Ratok®derm, data l’alta selettività della trattamento mirato, non deve essere assolutamente adoperato.